Sicurezza elettrica vs ...?

La mia solita pigrizia

Come ogni anno, quando i miei genitori vanno in vacanza, mi affidano le mansioni di accudire i gatti e di irrigare le piante.

In particolare, quest’ultimo richiede di usare una pompa da giardino per pescare acqua dalla canaletta e non usare la più preziosa acqua potabile.

Già l’anno scorso, se non anche prima, avevo notato che è davvero noioso andare ad accendere e spegnere l’elettrodomestico ogni volta che bisogna cambiare le gomme o, talvolta, anche per spostare l’irrigatore senza rischiare di bagnarsi con l’acqua sporca.

La soluzione a cui avevo pensato era allora di usare una presa comandabile da telefono, cosa che avevo già fatto con Telegram e la Raspberry per delle lampade, ma poi non avevo più fatto niente.

Però, quest’anno ho sfruttato uno sconto della Lidl per comprare una doccetta, che funziona abbastanza bene, per quei 4€ che costava, ma che ha un unico grande difetto, usata con il mio sistema d’irrigazione: tiene sempre il getto chiuso, il che magari andrebbe bene con un rubinetto, ma non è proprio il massimo con una pompa. Per evitare di lasciare diversi secondi il flusso stoppato, dovrei arrivare con la doccetta vicino a dove accendo e spengo la pompa, cioè farmi una quindicina di metri con le gomme. … [Leggi il resto]

Smart plug con Raspberry Pi e Telegram

Recentemente ho lavorato ad un progetto che mette insieme diverse cose che mi piacciono: Telegram, la Raspberry Pi, che insieme possono fornire un’ottima base per creare semplici dispositivi IoT.
In questo caso ho creato una presa intelligente, che può essere accesa e spenta tramite un bot Telegram.

I requisiti sono veramente semplici: di base servono una Raspberry Pi, una scheda con dei relè, delle prese e un po’ di cavi.

Se preferite, potete usare al posto della Raspberry Pi anche altre schede, l’importante è che abbiano un modulo per il GPIO. Per esempio per un altro progetto molto simile io ho usato una Orange Pi Zero, di cui ho già parlato.

Per quanto riguarda i relè, l’importante è che funzionino a 5V, in pratica tutte le schede che funzionano con Arduino vanno bene. Io per esempio ho preso su Aliexpress un paio di schede da 4 relè a meno di 2€ ciascuna. Ce ne sono anche dall’Italia: hanno il vantaggio di arrivare prima, ma costano anche 5 volte tanto.
Questa potrebbe essere l’unica spesa per il progetto, a patto che abbiate già del materiale elettrico di recupero e una Raspberry, almeno questo è stato il mio caso. … [Leggi il resto]