WireGuard e NetworkManager

Contestualizzazione

Mentre ero in Erasmus in Norvegia, avevo provato WireGuard per rimanere connesso alla rete di casa, in cui si trova il mio NAS.

Da allora, ho continuato a usarlo abbastanza. Qualche volta ho usato ancora OpenVPN, ma preferisco parecchio WireGuard, principalmente perché è molto più leggero e evita che il mio router faccia da collo di bottiglia, e perché è molto più semplice da configurare.

Altre caratteristiche a suo favore sono che a Marzo di quest’anno è stato direttamente integrato nel kernel Linux e che a tal proposito il suo autore ha fatto fare una verifica di sicurezza a terze parti, che hanno espresso un giudizio positivo. Si può volere di più?

Be’, in realtà sì. Per diverso tempo, per avviare la VPN ho usato uno script shell, che aveva bisogno di essere eseguito da root. Questa soluzione non mi entusiasmava troppo, e avrei preferito un’integrazione con Network Manager, possibilmente con la GUI. … [Leggi il resto]

Ralink RT3070, chip di 10 anni, vs. Network Manager

Di recente, mi sono stufato di usare la Edimax EW-7811UTC, perché aveva un sacco di problemi sia su Linux, con i costanti driver da tenere tramite DKMS, che su Windows.

D’altra parte, però, investire oggi su una scheda PCI Express con supporto al WiFi 5, come viene chiamato oggi 802.11ac, non ne vale la pena, proprio perché c’è il nuovo WiFi 6 (nome che sostituisce 802.11ax).

Per questa nuova tecnologia, ho trovato solo una Intel Killer AX1650, che sarebbe anche supportata da Debian, ma l’ho trovata solo in formato M.2. Tra scheda e adattatore PCI/antenne andrei a spendere non meno di 50-60€. Su Amazon marketplace ci sarebbero anche delle AX200 a meno soldi, ma i venditori non mi sembrano troppo affidabili e comunque richiederebbero sempre un convertitore.

Siccome questo bisogno di WiFi potrebbe essere una cosa temporanea, ho deciso allora di rispolverare una vecchia chiavetta D-Link compatibile con 802.11n a 150Mbps, 2,4GHz, basata su un vecchio Ralink RT3070. … [Leggi il resto]