Arduino: ecco il mio problema

Sapete che ogni tanto mi diletto con l’elettronica, anche se faccio più pasticci che altro.

Comunque tempo fa mi era passata in mente l’idea di costruirmi Arduino, la versione seriale con PCB a faccia singola.

Tuttavia avevo avuto problemi con i tempi: erano imprecisi e non sapevo proprio capacitarmene.

Ebbene, in questi giorni ho ripreso in mano l’elettronica, più precisamente mi sono messo a smontare degli scanner usati che avevo preso al Balon di Torino (il mercato delle pulci), però, poiché mi serviva la scheda per controllarli, ho ripreso in mano Arduino.

Finalmente sono riuscito a trovare il problema: era il microcontrollore proprio!

Avevo ordinato 3 microcontrollori: un ATMega328 e due ATMega168PA.

Proprio il primo si è rotto, magari durante le prime prove… Questa è proprio sfortuna!

Comunque sia adesso con l’ATMega168 funziona tutto e addirittura con la seriale del computer.

L’unica cosa è che per metterci il bootloader dovete dare manualmente il comando aggiungendo la “p” dopo -patmega168. Il comando originale lo trovate dando “Scrivi il bootloader” dall’IDE di Arduino.

Sono abbastanza felice che bene o male alla fine posso usare Arduino. Non so se provare subito con i componenti che ho riciclato o prima prendermi qualche sfizietto (tipo esperimenti col telecomando).