Android 9 su Oneplus One? Ma certo!

Ultimamente sono stato molto impegnato, prevalentemente con lo studio, e non ho avuto molto tempo e voglia di sperimentare con tecnologie varie.

Tuttavia sono riuscito a lavorare un po’ sul mio Oneplus One, anche perché ne avevo bisogno. Infatti, negli ultimi tempi mi sembrava di essere con il telefono costantemente attaccato ad una presa di corrente a caricarsi.

La cosa purtroppo non mi è nuova, ed è stata più di una volta il motivo che mi ha spinto a cambiare ROM e lo è stato ancora una volta.

A dir la verità, quest’anno sono un po’ in ritardo, un po’ non ho seguito molto il rilascio della nuova versione di Android, 9 o Pie, cosa che solitamente faccio, un po’ perché non volevo rischiare di trovare bug strani che prevengono il funzionamento corretto di funzionalità come GPS, fotocamera o addirittura dei dati.

Alla fine però mi sono deciso, in particolare ho provato Arrow OS. Questa ROM non è perfetta, mancano alcune funzionalità che sono abituato ad usare, come il remapping dei bottoni fisici, che peraltro non sono neanche illuminati e qualche volta c’è stato un riavvio automatico. Inoltre sembrano esserci dei problemi con la velocità del WiFi a 2,4GHz, che con i 5GHz non ci sono, ma non so se sia dovuto alla grande interferenza di reti che c’è dove sono io. … [Leggi il resto]

Affari ai mercatini: DIR-615 e ho provato WireGuard

Nel post precedente a questo avevo accennato al fatto che sarò a Oslo per qualche mese, anzi, ormai è già passato il primo.

In particolare avevo descritto la soluzione che avevo ideato per il networking qui, i problemi riscontrati e la soluzione tampone che avevo dovuto adottare.

Usare la Raspberry ha il vantaggio principale che gestisco completamente l’hardware di rete e che posso anche eseguire tutti i servizi che mi servono, uno su tutti OpenVPN, che uso per avere sempre un collegamento con casa e le varie cose che ho lì, per esempio il NAS, oppure per avere un indirizzo IP italiano, che mi viene richiesto per certi servizi.

Tuttavia c’erano anche diversi lati negativi: l’adattatore ethernet-USB sempre occupato e quindi l’impossibilità di usarlo con un computer che è privo di porta ethernet, ma soprattutto la scheda wireless della Raspberry non è nata per fare l’access point e infatti non riveste questo ruolo molto bene.

Quindi, quando ieri ad un mercatino delle pulci ho trovato un D-Link DIR-615, non ho resistito e l’ho comprato. Visto che i venditori non erano sicuri che funzionasse e che volevano disfarsi di più oggetti possibili perché stavano per chiudere, per 20NOK (circa 2€), mi sono portato a casa questo router e uno ZyXEL NBG6503. In particolare, il primo è compatibile con OpenWRT ed è il motivo principale per cui volevo comprarlo. … [Leggi il resto]

USB 2.0/Fast Ethernet? Occhio ai cinesi

Da qualche giorno mi sono trasferito a Oslo, dove starò 5 mesi grazie al programma Erasmus.

In particolare alloggerò in una delle residenze a Krinsjå, gestite da SiO. Nel canone è compreso una abbonamento a internet da 20Mbps simmetrici, erogati tramite una presa Ethernet e ciascuno deve procurarsi il suo router.

Io ho pensato di usare la Raspberry Pi, che avevo già trasformato qualche tempo fa in un accesso point a 5GHz grazie ad una Edimax EW-7811UTC e di ottenere una seconda presa Ethernet grazie ad un convertitore USB.

Le cose non sono andate come previsto. Cominciamo dalla chiavetta WiFi: ormai mi sono rassegnato, la situazione dei suoi driver è un colabrodo. Realtek ha fatto un pessimo lavoro e non si sa se qualcuno mai sistemerà i driver per questi chip. È tragico non poter aggiornare il kernel o non poter riflashare Raspbian perché una volta che la chiavetta funziona l’unica cosa da fare è non toccare più nulla.

Fortunatamente mi sono salvato perché la Raspberry Pi 3 ha una scheda wireless integrata. Io avevo sempre capito che non potesse fare da AP, invece quella che non funzionava (o non funziona ancora, non ho mai usato questa funzione) è la modalità monitor, quindi almeno per questa cosa mi sono salvato. Pazienza se non ho la 5GHz, tanto per i 20Mbps che mi vengono dati la 2.4GHz funziona abbastanza bene. … [Leggi il resto]

ADB DV2200: cosa nasconde

Dopo quasi 4 anni ho disdetto il contratto che avevo con Fastweb e mi è stato detto che posso tenermi il router che loro mi avevano dato: l’ADB DV2200.

Si tratta di un router VDSL basato su piattaforma Broadcom con un firmware abbastanza configurabile, per esempio ho sempre tenuto gli OpenDNS al posto di quelli di Fastweb, ho aggiunto delle root statiche, etc. Tuttavia il router potrebbe sicuramente offrire di più con un firmware migliore, come OpenWRT/LEDE, anche perché il router ha 128MB di RAM. Tra gli altri aspetti negativi, invece, si annovera la presenza di sole porte Fast Ethernet e non Gigabit.

Su HWUpgrade, un utente aveva già fatto una breve analisi di questo router, ma non aveva scritto, per esempio, come fare per ottenere l’accesso in seriale, né allegato alcun tipo di log, ho deciso quindi di provarci io.

L’apertura non è tra le più difficili che io abbia riscontrato, ma neanche tra le più facili: ci sono solo due viti sul fondo, dopodiché bisogna fare un po’ di leva per rimuovere il pannello frontale, ovvero quello dove ci sono i led. Dopodiché bisogna svitare altre due viti e si ha libero acceso alla scheda del router. … [Leggi il resto]

OpenWRT/LEDE + extroot in F2FS? Ma anche no

Ho parlato più volte del mio TD-W8970 e ancora più volte di OpenWRT.

Sostanzialmente penso che siano un’accoppiata perfetta e una delle configurazioni dei miei vari dispositivi che mi diano meno da pensare, tuttavia di tanto in tanto ci faccio un po’ di manutenzione e di upgrade e così ho fatto anche di recente.

Negli anni il team di OpenWRT ha fatto un ottimo lavoro e adesso l’upgrade spesso riesce correttamente e ripristina senza problemi la configurazione, al più è necessario reinstallarsi i pacchetti aggiuntivi.

Io non ne uso molti: OpenVPN, DDNS e server UPnP, tuttavia ad un certo punto ho cominciato ad essere a corto di spazio, ho deciso quindi di passare ad una root su chiavetta USB. Anche questa è una cosa che mi piace fare, anche perché oggi le chiavette spesso le regalano come pubblicità; forse il TD-W8970 è stato proprio il primo dispositivo su cui ho fatto questo passaggio. Per questo motivo ho deciso di fare un’installazione pulita, con tanto di formattazione della chiavetta.

Guardando la guida ufficiale, mi sono ricordato di F2FS, quel filesystem creato da Samsung appositamente per le memorie flash e di cui mi ricordo tipicamente soltanto quando ho finito di installare un sistema, così ho colto la possibilità per provarlo. … [Leggi il resto]